Chiamata di Dio. Stipendio di un prete. In realtà gli stipendi di preti e suore sono molto più bassi di quello che si potrebbe pensare, frati e suore ad esempio non ricevono quasi nulla e un prete guadagna più o meno come un operaio. Prima di rispondere al quesito di chi paghi effettivamente lo stipendio a preti e suore, dobbiamo capire se ‘lavoratori’ ecclesiastici – i preti – percepiscano stipendio.La risposta è ovvia, certo che sì. E’ stato il cardinale Attilio Nicora, padre di questa riforma, a sottolinere come fosse più corretto parlare di remunerazione. Quanto guadagnano i preti? Facciamo un esempio. Lo stipendio di un sacerdote o vescovo varia in base a ll'anzianità e può arrivare a 3000€ al mese netti. Gli stipendi dei preti vengono erogati dall’Istituto centrale per il sostentamento del clero, organo della Conferenza Episcopale Italiana il cui compito è appunto quello di gestire tutti gli stipendi di preti, parroci, cardinali, vescovi.Secondo alcune misure tabellari definite è possibile conoscere quanto guadagna un prete. Lo stipendio di un prete può andare da un minimo di 988,80 ad un massimo di 1.866,36 euro lordi mensili per 12 mensilità (vedere il rendiconto anno 2015 dell’Istituo centrale di sostentamento del clero). Di seguito, quanto guadagna un prete al mese, e chi paga i salari dei religiosi. Quanto guadagna un sacerdote o vescovo? I preti cattolici pensano di essere chiamati da Dio a condurre una vita di fede, preghiera e servizio al prossimo.. Il denaro è all’ultimo posto nella lista delle loro motivazioni. Se in base al meccanismo sopra indicato si dovessero prendere 1.000€ e il sacerdote insegnando poche ore ne guadagna 450 dalla scuola, riceverà un compenso di 550€ dalla curia, in modo da arrivare a 1000. Lo stipendio di un prete. Un semplice prete prende circa mille euro netti al mese, poi vengono i parroci (che non possono guadagnare più di 1.200 euro al mese). Il sacerdote, infatti, non è un funzionario o un impiegato del sacro (ce lo ricorda spessissimo anche papa Francesco), non svolge cioè una professione. Che la si carichi di significati mistici oppure no, ciò di cui si occupano preti, frati e suore è pur sempre una professione e in quanto tale genera dei guadagni.Nel mondo ecclesiastico esistono ruoli, responsabilità e gerarchie come in qualsiasi altro settore lavorativo.Questi e altri fattori definiscono lo stipendio medio di ciascun religioso e i loro guadagni. Si tratta di una professione che ha alle spalle anni di scuola, qualche volta con una laurea e un master.Indubbiamente, chi ha un background educativo simile guadagna in genere molto di più di un prete. In base al limite di reddito come stabilito sopra, al sacerdote viene corrisposta solo la parte mancante. -fissare le soglie di reddito di chi ricopre un ruolo ecclesiastico, tenendo conto a tale fine anche di lavori extra e incarichi speciali. Lo stipendio di un prete. Quanto guadagna un prete? Un sacerdote può guadagnare da un minimo di 1.008,80 ad un massimo di 1.904,11 euro lordi mensili, a seconda della quantità di incarichi che ricopre (parroco, vice parroco, incaricato presso ospedali, caserme eccetera). Quanto guadagna un sacerdote? Mini salario, poche offerte: vita da sacerdote I sacerdoti hanno dalla Chiesa in media 1.100 euro con cui si pagano vestiti, benzina e incombenze varie.